Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video Il Pronto Soccorso Pediatrico di Palidoro gestisce ogni tipo di emergenza, ma soprattutto di tipo traumatologico e respiratorio
Condividi Condividi
nel video: Il Pronto Soccorso Pediatrico di Palidoro gestisce ogni tipo di emergenza, ma soprattutto di tipo traumatologico e respiratorio
Succede qui

Il Pronto Soccorso Pediatrico di Palidoro

8 LUG 2014 - Con circa 20mila accessi l'anno, soprattutto per emergenze di tipo traumatologico e respiratorio, l'équipe del DEA di Palidoro è in prima linea nel campo della prevenzione degli incidenti domestici

Il Pronto Soccorso (PS) Pediatrico del Bambino Gesù di Palidoro gestisce oggi circa 20mila accessi all’anno, attraverso 2 sale d’aspetto (una interna  e una esterna, dedicata ai pazienti a rischio di contagio) e 3 sale visita, tra cui un’ambiente attrezzato per piccoli interventi di chirurgia e l’applicazione di gessi e la cosiddetta “sala rossa” con il carrello delle emergenze e un defibrillatore per la gestione del paziente in “codice rosso”.

«Il nostro Pronto Soccorso, che i genitori, venendo qui, troveranno indicato come “D.E.A. Primo Soccorso Pediatrico”- ci spiega il Responsabile,  la dott.ssa Maria Antonietta Barbieri –  è un PS diurno, aperto cioè dalle otto del mattino alle otto della sera; ciò non toglie che chi si presenti per un’urgenza medica  durante le ore notturne viene comunque accolto da un’infermiera triagista e preso in cura dal medico di guardia».  

«Come ogni PS, noi gestiamo una vasta gamma di patologie ma le emergenze che ci troviamo più spesso ad affrontare – continua la dott.ssa Barbieri - sono quelle di tipo traumatologico e respiratorio. Ovviamente operiamo in stretto contatto con tutti i Reparti dell’Ospedale, condividendo i percorsi diagnostico-terapeutici  dei pazienti anche dopo la dimissione».

L’équipe del Bambino Gesù è inoltre impegnato da diversi anni nel campo della prevenzione, soprattutto dagli incidenti domestici. «Ciò che noi diciamo spesso ai genitori – sottolinea la dott.ssa Barbieri – è che la casa può essere il luogo meno sicuro per i propri figli.  Bisogna individuare tutti i potenziali rischi insiti in ogni ambiente (la cucina, il bagno, ecc.) e cercare il più possibile di eliminarli. Poi serve consapevolezza, attenzione e buon senso».

Il personale del Pronto Soccorso è inoltre a disposizione dei genitori anche telefonicamente – non per prescrizioni mediche, sottolinea la dott.ssa Barbieri - ma per consigli sulla gestione delle emergenze – al numero 06.6859.3356.

Parole chiave: Chirurgia, DEA, Defibrillatore, Emergenze Pediatriche, incidenti domestici, Maria Antonietta Barbieri, Palidoro, Primo Soccorso, Pronto Soccorso, Pronto Soccorso Pediatrico