Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video Un gruppo di Pediatri del territorio in visita presso i Reparti d'eccellenza del Bambino Gesù di Palidoro
Condividi Condividi
nel video: Un gruppo di Pediatri del territorio in visita presso i Reparti d'eccellenza del Bambino Gesù di Palidoro
Succede qui

Pediatri di famiglia e Ospedale: facciamo squadra!

9 LUG 2014 - Si fa più stretto il rapporto del Bambino Gesù di Palidoro con i medici del territorio, grazie alle giornate di aggiornamento pediatrico effettuate direttamente nei Reparti

Riscontri molto positivo da parte dei pediatri di famiglia del Territorio che, nell’ambito del programma delle“Giornate di Aggiornamento Pediatrico di Palidoro”, hanno la possibilità di entrare nei Reparti dell’Ospedale, toccando con mano le procedure di eccellenza e venendo a contatto con il personale che si prenderà cura dei loro pazienti in caso di una visita specialistica o di un ricovero.

100 giornate, distribuite nell’arco di 10 mesi (da gennaio a novembre 2014)  dedicate alla conoscenza reciproca e all’approfondimento delle eccellenze di Palidoro: Pediatria Multispecialistica, Pronto Soccorso, Neuroriabilitazione (robotica e fisioterapia), Oculistica, Laboratorio di Analisi, Radiologia, Chirurgia, Ortopedia, Rianimazione, Aritmologia, Otorinolaringoiatria.

Ai microfoni di Palidoro News alcuni dei pediatri di famiglia che stanno partecipando attivamente a questi incontri e le loro impressioni.

Dott. Alessandro Mechelli (Cerveteri/Ladispoli):  «Conoscere meglio le procedure ospedaliere ci aiuterà a coordinarci meglio, facilitando l’accesso ai servizi specialistici dei nostri pazienti».

Dott.ssa Claudia Pontesilli (Fiumicino): «Nella nostra professione  siamo spesso soli e nei casi difficili ci possiamo solo far riferimento a delle linee guida. Qui a Palidoro abbiamo la rara occasione di poter consultarci direttamente con chi queste linee guida le redige».

Dott. Domenico Lambiase (Ladispoli):  «Il Bambino Gesù di Palidoro è un punto di riferimento fondamentale per il mio lavoro. Stabilire dei rapporti di continuità professionale  con i medici che vi lavorano è utilissimo anche per evitare ai pazienti passaggi inutili o erronei nelle procedure burocratiche, che possono rallentare il percorso clinico».

Dott.ssa Annamaria Costantini (Cerveteri ): «Penso che anche per i medici di Palidoro sia importante avere un punto di riferimento fuori dall’ospedale, che possa seguire il paziente dopo la dimissione».

Dott.ssa Isabella Girelli (Roma Nord-Cassia/Olgiata) «Avere un rapporto personale coi colleghi ospedalieri significa poterli chiamare direttamente, esporre il caso e capire in tempi brevi quale sia la soluzione più adeguata (che sia un ricovero o una prestazione ambulatoriale), senza demandare al paziente che, da solo, può avere difficoltà a capire a chi rivolgersi».

 

Parole chiave: Aggiornamento pediatrico, Aritmologia, Linee guida, Medici di base, Medici di famiglia, Ortopedia, Pediatria Multispecialistica, Territorio, visita specialistica