Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella

Punture d'insetto (nel periodo estivo). Quali i rischi per i nostri bambini?

Maria Antonietta Barbieri

Risponde Maria Antonietta Barbieri - Emergenze Pediatriche

Le più pericolose sono notoriamente quelle di ape e di vespa (o del cosiddetto “calabrone”), soprattutto nel caso di bambini predisposti ad avere reazioni allergiche (in particolare di tipo cutaneo e respiratorio).

In realtà, si tratta di una quota piuttosto bassa di soggetti, ma nel caso di un bambino predisposto a reazioni sistemiche a punture d’insetto, è buona norma  portare con sé un piccolo kit di pronto soccorso a base di cortisone o addirittura di adrenalina per i casi più gravi (ma i genitori di bimbi notoriamente allergici già lo sanno).

Per i bambini la cui storia clinica esclude lo shock anafilattico, è sufficiente trattare il caso con un’adeguata terapia cortisonica o antistaminica .

Per quanto riguarda le puntura di zanzare, tormentone estivo di mamme e papà, è bene sottolineare che, se non esiste una storia clinica ben precisa di shock anafilattico alle punture d’insetto, non ci sono rischi per la salute del bambino*.

Per ridurre il disagio causato dalle punture di zanzare nei mesi estivi, il nostro consiglio è quello utilizzare mezzi di protezioni soprattutto di tipo meccanico (zanzariere, ecc.), mentre attenzione ai repellenti chimici:se alcuni sono del tutto inutili, altri potrebbero risultare urticanti o addirittura tossici in età pediatrica. 

Tenete presente che a livello farmacologico, non esistono rimedi preventivi, ma solo  prodotti che danno sollievo in seguito a puntura d’insetto.

Diverso è poi il caso delle punture di zecca, che anche in Italia possono provocare diverse malattie, ma rimangono in ogni caso una percentuale molto bassa dei casi riscontrati.

 

*Le malattie trasmissibili dalle zanzare, come la malaria, non hanno mai riguardato l’Italia.

Leggi gli altri consigli
Parole chiave: allergie, cosa fare, Maria Antonietta Barbieri, Pronto Soccorso, Pronto Soccorso Pediatrico, punture d'insetto, schock anafilattico