Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella

A che età posso portare mio figlio a un concerto?

Berardo Montemurri

Risponde Berardo Montemurri - Otorinolaringoiatria

«Non esiste  - mette in chiaro il dott. Montemurri - un rapporto tra età e danno uditivo, pertanto per suo figlio valgono e si applicano gli stessi principi di prevenzione che si praticano per l'adulto».

Ricordiamo quindi a tutti (NdR) che:

  • un danno uditivo “acuto” si verifica quando l'intensità del rumore supera i 130-140 dB (esplosioni, spari), mentre per quello “cronico” bastano livelli sonori prolungati anche inferiori, di 85-90 dB (traffico intenso, macchinari industriali);
  • gli effetti vanno da perdite uditive temporanee o permanenti, ad acufeni, recruitment (distorsioni della sensazione sonora) o disturbi neuro-vegetativi;
  • attenzione poi alla brutta abitudine ad ascoltare musica in cuffia a volume alto (>85-90 dB) e per molte ore al giorno;
  • è bene, infine, evitare di esporsi per lunghi periodi ad ambienti troppo rumorosi (concerti o discoteche, appunto), utilizzando, quando prescritti o consigliati, i mezzi di protezione acustica (ed evitare di rimanere troppo vicini agli amplificatori).


Leggi gli altri consigli
Parole chiave: danno uditivo, Musica, orecchie, Sordità improvvisa