Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video Avanzano velocemente i lavori per la costruzione dei nuovi ambienti che ospiteranno la TAC di Palidoro, e non solo
Condividi Condividi
nel video: Avanzano velocemente i lavori per la costruzione dei nuovi ambienti che ospiteranno la TAC di Palidoro, e non solo
Ricerca e Innovazione

La Tac di Palidoro, il cantiere "corre"

29 DIC 2014 - Mentre ENEL Cuore dà un contributo decisivo per l'acquisto del nuovo macchinario, procede rapidamente la realizzazione delle struttura che dovrà accoglierlo

Procedono speditamente i lavori per la creazione della nuova sala TAC del Bambino Gesù di Palidoro.  Da una struttura inziale di circa 180 metri quadri, il progetto si è arricchito di ambienti e servizi aggiuntivi, dalla Ricovery Room al CONE BEAM, raggiungendo una superficie  di 250 metriquadri e una cubatura di 850 metri cubi.

«Il Macchinario TAC  - annuncia Massimo Agli, Responsabile dell’Ufficio Tecnico dell’Ospedale - dovrebbe essere posizionato verso la fine di marzo -per tutte le prove e le regolazioni necessarie- ed è nostra intenzione rendere operativa la nuova area entro fine maggio».

La struttura sarà ovviamente antisismica, opportunamente schermata e verrà incontro a tutte le norme di sicurezza richieste dal Comune di Fiumicino (che ha approvato il progetto), dal Genio Civile e da tutti gli Organi competenti.

Guidandoci attraverso il cantiere, che giorno per giorno evolve rapidamente, Massimo Agli attira la nostra attenzione sull’enorme gru che  sovrasta l’area dei lavori.

«Attraverso questa gru – ci spiega – possiamo trasportare all’interno del cantiere tutto il materiale edile e impiantistico necessario senza interferire in alcun modo nell’attività clinica del Reparto, che per noi è sempre la priorità».

La struttura, oltre all’ambiente dedicato alla TAC, sarà dotata anche di nuovi servizi che miglioreranno l’attività di tutto il Reparto di Radiologia:

  • Sala d’attesa
  • Recovery Room (dove il piccolo paziente potrà essere assistito prima e dopo gli esami diagnositici, specie se effettuati sotto sedazione)
  • Cone Beam (una speciale tomografia per la scansione di uno specifico volume del massiccio facciale o del cranio)
  • Sala per scambio-barelle*
  • Sala refertazione
  • Deposito
  • Servizi igienici


«Tutto questo, ovviamente – aggiunge Agli – verrà realizzato tenendo sempre presenti le esigenze dei nostri piccoli pazienti, attraverso ambienti accoglienti e colori vivaci, in modo che anche questa nuova realtà  del nostro ospedale sia “a misura di bambino”».

*Nelle “zone calde” del Reparto di Radiologia, specie nella Risonanza Magnetica, devono essere utilizzate barelle realizzate in uno speciale materiale amagnetico. Ciò riguarda ovviamente anche tutti i presidi medici utilizzati e le attrezzature logistiche - compresi gli estintori.

 

Parole chiave: Fiumicino, Massimo Agli, ospedale senza dolore, Radiologia, Risonanza magnetica, TAC, Ufficio Tecnico