Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella

Sangue dal naso: come fermarlo?

Andrea  Campana

Risponde Andrea Campana - Emergenze Pediatriche

Contrariamente a molti luoghi comuni, il sangue che cola dal naso, in seguito a trauma, va fermato.

Chiaramente molte sono le possibili cause del sanguinamento, ma nel caso in cui sia provocato da una botta, per prima cosa andrebbe capito se c’è o meno una frattura. La presenza di un evidente gonfiore con ecchimosi* a livello della piramide nasale, dovrebbe farla sospettare.

Se non c’è frattura -caso in cui risulta necessario l’intervento di un medico- è possibile eseguire un’emostasi meccanica, che consiste nello stringere forte il naso nella sua metà inferiore (non solo le narici) per qualche minuto, senza rivolgere all’indietro il capo. A differenza di quello che si creda, in caso di sanguinamento abbondante, questo movimento potrebbe peggiorare la situazione, perché il sangue, colando nel tratto faringeo, potrebbe provocare difficoltà respiratore.

Una volta arrestato il sanguinamento, applicare del ghiaccio ed eventualmente portare il bimbo al Pronto Soccorso per accertamenti.

*Una fuoriuscita di sangue sottocutanea dovuta alla rottura delle pareti di piccoli vasi sanguigni. Ciò provoca la tipica colorazione rosso-scuro della parte, che assume, col passare dei giorni, una colorazione bluastra e poi gialla/verdognola (NdR).

Leggi gli altri consigli
Parole chiave: Andrea Campana, cosa fare, narici, naso, Pronto Soccorso Pediatrico, Sangue