Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video Il Direttore Scientifico del Bambino Gesù, Bruno Dallapiccola, ci parla di alcune delle ricerche più avanzate portate avanti dall'IRCCS
Condividi Condividi
nel video: Il Direttore Scientifico del Bambino Gesù, Bruno Dallapiccola, ci parla di alcune delle ricerche più avanzate portate avanti dall'IRCCS
Ricerca e Innovazione

Al Bambino Gesù la ricerca è al servizio del paziente

5 GIU 2015 - Dalle analisi genomiche di ultima generazione, agli studi sull'esposoma, dal minicuore artificiale alla robotica. Ce ne parla il Direttore Scientifico Bruno Dallapiccola

Il Bambino Gesù  è oggi un centro di eccellenza per quanto riguarda la ricerca soprattutto di tipo traslazionale, che mira cioè a concretizzare i risultati di laboratorio in soluzioni terapeutiche per il paziente.

«Con l’apertura, nell’autunno del 2014, dei nuovi laboratori ricerca di questo IRCCS* pediatrico - spiega il Direttore scientifico Bruno Dallapiccola - abbiamo abbattuto enormemente tempi e costi delle analisi genomiche,  che possono aiutarci nella cura di malattie anche molto rare. Si pensi che ci sono ancora oggi circa 3500 patologie di cui non si conosce ancora il difetto molecolare, le cosiddette “orfane”, e con questi studi potremo implementare la nostra risposta diagnostica per moltissimi pazienti».

Un altro settore molto innovativo è rappresentato dallo studio del cosiddetto “esposoma” ovvero  di come l’ambiente influenzi, fin dall’età fetale, lo stato di salute dell’essere umano. Correlato a questo è la ricerca sul microbioma, che studia le possibilità di interazione con i microorganismi che vivono normalmente all’interno dell’organismo umano.

“Nel nostro intestino –spiega Dallapiccola – esistono miliardi di batteri che dialogano costantemente con le cellule del corpo. Attraverso interventi mirati, anche semplicemente sull’ alimentazione, potremmo modificare la flora batterica presente nel nostro corpo e influenzare il nostro stato di salute».

A queste ricerche si affiancano naturalmente le innovazioni tecnologiche, come il minicuore artificiale (un piccolo strumento di appena 11 grammi che proprio al Bambino Gesù è stato impiantato per la prima a volta al mondo in un neonato) e la robotica (i primi esoscheletri applicati in ambito pediatrico per la riabilitazione neuromotoria).

*IRCCS - Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico. Il Bambino Gesù detiene tale riconoscimento ormai da 30 anni

Parole chiave: Alimentazione, batteri, Bruno Dallapiccola, Laboratorio, mini cuore artificiale, Ricerca, Robotica

Articoli Correlati

guarda il video I 30 anni del Bambino Gesù come Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico
Eventi

Bambino Gesù, 30 anni di IRCCS

guarda il video La famiglia Ferrari, ora felice e al completo, al Bambino Gesù
Storie

La ricerca è speranza

I nuovi laboratori di ricerca del Bambino Gesù
Eventi

NASCE IL POLO PER LA RICERCA PEDIATRICA UNICO IN EUROPA

' Sangue dal naso: come fermarlo? '

Andrea  Campana
Risponde Andrea Campana

Contrariamente a molti luoghi comuni, il sangue che cola dal naso, in seguito a trauma, va fermato. …