Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate.
Condividi Condividi
nel video: La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate.
Eventi

Vite Coraggiose, al via la campagna per lo studio e la cura delle malattie rare

27 NOV 2015 - La nuova Fondazione Bambino Gesù Onlus ha presentato la nuova campagna sociale per raccogliere fondi destinati alla ricerca genetica. Molti i supporter all'iniziativa

Una campagna di comunicazione sociale a sostegno della ricerca scientifica delle malattie rare. Un progetto che prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate.

Presentata giovedì la campagna, intitolata “Vite Coraggiose”, consentirà di dare un nome a patologie finora sconosciute. I numeri sono, nonostante questo, molto significativi: in Italia riguardano oltre un milione di bambini, affetti da malattie rare, ultrarare e prive di diagnosi.

«Le vite coraggiose di cui parliamo – spiega Mariella Enoc, Presidente del Bambino Gesù - sono rappresentate al meglio da tutti i piccoli pazienti che combattono per affermare il loro diritto alla vita, ma anche da mamme e papà quotidianamente al loro fianco e dal personale medico e infermieristico, in prima linea per fornire la migliore assistenza».

Ideata e sviluppata gratuitamente da Aleteia Communication del Gruppo HDRA’, la campagna di raccolta fondi si articolerà su radio, tv, stampa e web con la realizzazione di appositi spot, locandine e brochure.

«Più dell’80% delle malattie rare – aggiunge Bruno Dallapiccola, Direttore scientifico del Bambino Gesù - ha origine genetica. Per un numero significativo la condizione che le genera resta senza nome ed è corretto definire chi ne è affetto un paziente “orfano” di diagnosi. Ed è proprio verso questa tipologia di malato che “Vite Coraggiose” si indirizza. L’obiettivo ultimo è quello di individuare un percorso in grado di accompagnare il malato dalla definizione della condizione clinica all’individuazione di un percorso terapeutico adeguato».

Nel nostro Paese circa il 5% di tutti i malati rari viene diagnosticato e preso in carico dall’Ospedale Bambino Gesù con oltre 10.000 pazienti assistiti ogni anno.

Presente all’evento anche il cantante Al Bano Carrisi che ha presentato un brano inedito, composto appositamente per l’occasione. Al progetto ha inoltre contribuito l’artista pittore e scultore Mimmo Paladino che ha realizzato l’opera pittorica che da il volto al visual della campagna di comunicazione.

Tra i partner in prima fila di “Vite Coraggiose” Banca Intesa, Conad Italia e Grafica Veneta.

 

È possibile effettuare donazioni su:

·         www.donaora.it tramite PayPal o carta di credito

·         telefonando allo 06/6859.351306/6859.205506/6859.3137

·         tramite bonifico bancario Intestato a Fondazione Bambino Gesù Onlus

IBAN: IT 05 B 03069 05020 100000016223

Banca Intesa Sanpaolo - Causale: Vite Coraggiose

·         su conto corrente postale intestato a Fondazione Bambino Gesù Onlus  n. 1000425874 - Causale: Vite Coraggiose

La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate. La campagna prevede una raccolta fondi da destinare ai progetti di ricerca sui meccanismi genetici delle patologie interessate.
Parole chiave: Malattie rare, Ospedale Bambino Gesù, vite coraggiose