Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
guarda il video Recuperare in ospedale il momento intimo del pasto
Condividi Condividi
nel video: Recuperare in ospedale il momento intimo del pasto
Succede qui

Recuperare in ospedale il momento intimo del pasto

21 OTT 2013 - Al Bambino Gesù, la dott.ssa Antonella Cerchiari insegna ai genitori a nutrire i propri figli, che hanno problemi di masticazione e deglutizione

La incontriamo per i corridoi dell’ospedale e notiamo subito, inconfondibili, le macchie di pappa sul suo camice da lavoro. Tratteniamo la dott.ssa Antonella Cerchiari solo per brevissimi minuti, giusto il tempo di parlare con lei del suo delicato compito, che consiste nell’insegnare a “mangiare” a bambini che hanno difficoltà di masticazione e deglutizione a causa di una patologia cronica o un intervento di tracheotomia.

«Il nostro compito - chiarisce la dott.ssa Cerchiari – è affiancare i genitori durante i pasti, insegnando loro non solo a nutrire nel modo corretto i propri figli, ma anche a supportarli a livello emotivo e di comunicazione. Tenete presente che il pasto è un momento cruciale nella vita di un bambino, durante il quale si costruisce un rapporto di amore e di fiducia con i genitori. Per questo motivo deve essere un momento quanto più possibile sereno».

Purtroppo questo momento sereno non è per i bambini di cui si occupa la dott.ssa Cerchiari, che quando si alimentano possono rischiare il soffocamento.  Per questo motivo durante i pasti i genitori sono molto in apprensione e la loro paura si riflette inevitabilmente sul bambino stesso.

«Per la mamma, in particolare, che durante il pasto svolge uno dei suoi ruoli principali e più naturali, non riuscire a nutrire il proprio bambino è molto doloroso. Il nostro compito è quindi quello di “entrare in punta di piedi” in questo passaggio delicatissimo, insegnando al bambino a deglutire e al genitore a supportarlo in questa difficile operazione. In ultima analisi, il nostro ruolo non è solo quello di sviluppare delle capacità pratiche ma anche emotive, aiutando le mamme e i papà a recuperare un rapporto intimo e di complicità con i loro figli».

Parole chiave: Antonella Cerchiari, Cannula tracheotomica, Deglutizione, Nutrizione, Otorinolaringoiatria, Soffocamento, Tracheostomia