Lo usiamo tutti i giorni per la stufa, ma… perché si chiama Pellet? Quello che in pochi sanno

Ci sono alcune parole che pochi sanno da dove derivano, ad esempio non tutti sanno perché il pellet si chiama in questo modo.

Uno dei fenomeni più diffusi della lingua italiana è quello di utilizzare diverse parole la cui etimologia si perde spesso nel tempo e nello spazio, spesso infatti utilizziamo parole di cui conosciamo il significato ma non l’origine. Molte parole italiane derivano da lingue antiche come il greco o il latino, in altri casi invece sono state prese in prestito parole straniere, ma ci sono diversi vocaboli della nostra lingua la cui derivazione è per molte persone un mistero.

pellet
Perché il pellet si chiama proprio così? Ecco la spiegazione (PolidoroNews.it)

Una di queste parole è per esempio “pellet”, un materiale che viene utilizzato molto spesso in Italia per alimentare le stufe e i riscaldamenti. Tantissime persone utilizzano questa parola in Italia ogni qualvolta viene l’inverno e quando vanno ad acquistare i sacchi di questo particolare materiale, ma se si dovesse chiedere alla maggior parte di queste persone perché il pellet si chiama proprio così non avrebbero una risposta.

Perché il pellet si chiama proprio così: ecco la spiegazione

La parola “pellet“, come molti hanno già intuito, in realtà non è un vocabolo italiano anche se ormai è entrato a far parte della nostra cultura da decenni. Si tratta di un prestito dall’inglese ed è una di quelle parole che utilizziamo in italiano senza tradurre, come per esempio la parola “wurstel” che è tedesca e significa “salsicciotto” oppure la parola “weekend” che viene spesso utilizzata al posto della formula italiana “fine settimana”.

pellet
Pellet: ecco perché si chiama proprio così (PalidoroNews.it)

Dunque, come spesso accade, anche in questo caso stiamo parlando inconsapevolmente in inglese perché ormai si tratta di una parola che a tutti gli effetti è entrata a far parte del nostro vocabolario e della nostra cultura e sappiamo che indica quel tipo di materiale. Se utilizzassimo una traduzione letterale del vocabolo nessuno capirebbe più a cosa ci si sta riferendo e per questo motivo non è abitudine farlo.

La parola “pellet” sta a indicare proprio la forma di questo materiale, ovvero piccoli cilindretti, infatti la parola letteralmente si può tradurre in italiano con “pallottola” oppure “pillola”. Il pellet non è altri che un cilindretto fatto di legno che può essere utilizzato come combustibile all’interno di stufe apposite che poi fanno da riscaldamento per gli ambienti. Secondo un’ipotesi il pellet è nato negli anni ’70, ma la forma a cilindretto è stata per la prima volta sperimentata non con il legno, ma con il mangime per animali per gestirlo in maniera migliore.

Impostazioni privacy