Solo se fai così lasci la scia: le regole per spruzzare perfettamente il profumo

Per lasciare davvero la scia e inebriare tutti con il profumo ecco come bisogna fare: ci sono delle regole ben precise.

Il profumo è un piccolo grande piacere della vita. Serve a star bene e trasmette agli altri una piacevolissima sensazione. L’olfatto è un senso molto importante che collega la nostra mente alle emozioni più profonde. Annusare un buon odore, un profumo appositamente ideato per avvolgere la persona in un’aura di fascino è qualcosa che fa bene sia a chi lo mette che a chi sta attorno e lo percepisce.

regole per applicare il profumo e lasciare la scia
Come applicare il profumo in modo da lasciare la scia – palidoronews.it

Spesso capita che quando una persona passa lascia una scia di profumo. Quando le note sono gradevoli è certamente una sensazione bellissima. Quella persona per questo risulta più attraente, regala in qualche modo qualcosa di buono agli altri. A volte i profumi possono essere troppo intensi e invadenti, ma se sono buoni e ben bilanciati, di ottima qualità e con le note olfattive giuste, l’effetto è di sicuro inebriante.

Il profumo infatti è un accessorio che si può benissimo definire invisibile, ma che permette di esprimere la propria personalità e il proprio stile in modo discreto e raffinato. Non basta però soltanto scegliere la fragranza giusta, ma anche sapere qual è il modo migliore di applicarla.

Come mettere il profumo nel modo giusto: i punti in cui vaporizzarlo

Per ricreare l’effetto “scia” che attira molto l’attenzione e trasmette agli altri un po’ di sè bisogna conoscere il modo esatto di applicare il profumo. Può essere in gocce o in spray, ma in ogni caso ci sono determinati punti del corpo in cui deve essere versato per rilasciare la profumazione in modo intenso e persistente.

regole per applicare il profumo e lasciare la scia
I punti caldi in cui mettere il profumo per lasciare la scia – palidoronews.it

I punti in cui principalmente il profumo deve essere messo perché si ottiene un effetto più forte e pronunciato sono quelli in cui la circolazione del sangue è più spiccata. Si tratta delle zone calde e pulsanti, perché il calore della pelle favorisce l’evaporazione delle molecole odorose. Così il profumo non solo si sentirà in maniera più decisa, ma riuscirà ad evaporare meno e quindi resistere sulla pelle per un tempo più lungo.

Il punto classico in cui generalmente si mette il profumo è sul collo, precisamente dietro i lobi delle orecchie. È una zona solitamente ben calda e così il profumo si diffonde bene. Ma le donne da tempo immemore mettono il profumo anche sui polsi. Anche questi, che sono punti in movimento e in cui passano ben visibili le vene, sono caldi e favoriscono un rilascio delle sostanze odorose che ai avverte spiccatamente.

C’è chi mette qualche goccia di profumo anche sulla nuca, altra zona calda anche perché coperta dai capelli. Anche questo è un punto ottimo per diffondere il proprio profumo e lasciare una scia al proprio passaggio.

La regola prevede anche che il profumo debba essere spruzzato a circa 15 cm di distanza dalla pelle in modo che si depositi comunque anche nella zona circostante ai punti caldi. Infine, la moderazione è comunque qualcosa da tenere sempre a mente: non occorre eccedere e versare troppo profumo, risulterebbe l’effetto opposto, troppo invadente e opprimente.

Impostazioni privacy