Quanto consuma il bollitore elettrico? Ecco la scelta migliore per scaldare l’acqua risparmiando

Il bollitore elettrico nonostante sia relativamente piccolo qualcuno sostiene che consumi tanto. Quest’affermazione è vera oppure no?

Bollitore acqua calda
Bollitore acqua calda – Polidoronews.it

Oramai il bollitore elettrico è uno strumento presente in moltissime case degli italiani. Non è così inusuale trovarlo persino nelle camere di Hotel quando siamo in viaggio o in vacanza. Insomma per tutti gli amanti dei tè e delle tisane è uno strumento davvero comodo. In pochissimi secondi riscalda l’acqua. Se quindi hai acquistato o acquisterai questo pratico elettrodomestico ti sarai chiesto almeno una volta quanto consuma. Ebbene, scopriamolo insieme.

 

Bollitore elettrico o pentolino sul gas?

Partiamo direttamente a risponderti dall’ultima domanda. I bollitori elettrici hanno sostituito l’uso di bollitori tradizionali a gas o semplicemente l’utilizzo del pentolino su fornello. E questo perché appunto sono più conveniente, consumano meno energia e inquinano molto meno l’ambiente di sostanze tossiche rispetto all’utilizzo del fornello a gas. Forse questo ti stupirà, ma è davvero così. Si è sempre detto che il bollitore in realtà consuma molto, il che è vero, ma bisogna calcolare la spesa in base alla quantità di tempo che lo si utilizza. In questo caso si tratta di pochissimi secondi quindi la spesa alla fine, sommando tutto è davvero minima. Il fornellino invece, richiede gas e elettricità insieme e oltretutto per portare a ebollizione l’acqua ci vuole più tempo. Quindi possiamo dire che a paragone vince a mani basse il bollitore elettrico. Vediamo insieme i dettagli del consumo

Quanto consuma il bollitore elettrico?

i fornelli consumano di più
i fornelli consumano di più – palidoronews.it

 

In media un bollitore elettrico può consumare da meno di 1 kWh, a meno di 2 kWh, a seconda del modello. Un bollitore, ad esempio, da 10 litri in acciaio inossidabile consuma circa 1,5 – 2 kWh e può essere utilizzato per produrre acqua calda fino a 95 ° C. Considerando sempre che per scaldare l’acqua servono 5-10 minuti o meno e non tre quarti d’ora. Ad esempio, se consideriamo un bollitore da 1 litro con una potenza di 1500 watt e supponiamo che impieghi circa 2 minuti per portare l’acqua ad ebollizione, il consumo energetico sarà di circa 50 watt/ora (1500 watt diviso per 60 minuti, moltiplicato per 2 minuti).

In caso lo dovessi utilizzare più volte nel corso di una giornata e arriva all’ora piena, non ci sono problemi  comunque. Vorrebbe dire spendere quanti un caffè al bar, ovvero in termini monetari circa 1€ al giorno. Facendo un calcolo, quindi, possiamo dire che utilizzando per un mese intero questo bollitore, la bolletta elettrica aumenterà di circa 30€, qualora il nostro elettrodomestico sia di una qualità media.

Impostazioni privacy