Tenere l’aglio in frigo è un errore. Ecco come andrebbe conservato per averlo sempre fresco

Non tutti lo sanno, ma conservare l’aglio in frigo è un errore. Per mantenerlo sempre fresco segui questi pratici consigli.

conservare l'aglio
conservare l’aglio – palidoronews.it

 

Conservare l’aglio non è così semplice come si pensa, farlo in maniera corretta è un po’ scontato. I metodi più comuni fanno sì che l’aglio perde sapore e profumo, oppure comincia a germogliare. Alcuni piccoli accorgimenti faranno in modo che il tuo aglio non faccia niente di tutto questo, ma che si conservi alla perfezione mantenendo tutte le sue caratteristiche nutrizionali e di sapore. Vediamo insieme come fare.

Come conservare l’aglio in modo corretto

Il luogo ideale per conservare l’aglio è in una dispensa asciutta e buia, nella quale potrai sistemare l’aglio ancora nel suo bulbo. La dispensa dovrà stare tra i 10-15 gradi, non di meno né di più. Dovrai tenere l’aglio in un sacchetto di carta per tenere lontana l’eventuale umidità. Non tenerlo mai nel frigorifero perché il freddo, che solitamente conserva meglio le verdure e gli ortaggi, in realtà non fa bene all’aglio. Tenerli in dispensa fa sì che l’aglio rimanga fresco fino a due mesi.

Metodi alternativi alla conservazione

Se una dispensa non ce l’hai puoi ricorrere al freezer, che in questo caso il gelo permetterà di conservare più a lungo l’aglio, anche fino a sei mesi. Prima di congelarlo va pulito, togliendo dal bulbo gli spicchi e la pellicina, dopodiché puoi metterli in un contenitore ermetico e sistemalo nel freezer. Quando dovrai usare l’aglio, tiralo fuori dal congelatore qualche minuto prima di utilizzarlo.

barattolo d'aglio
barattolo d’aglio – palidoronews.it

 

Un altro modo efficace è quello di mettere l’aglio sottovuoto in modo che non venga intaccato dall’aria e che, in questo modo, non vada a male nel giro di poco tempo. Anche il sottovuoto permette di conservare l’aglio per molti mesi. Prima, però, vanno tolti gli spicchi dal bulbo e una volta tolta anche la pellicina dovrai apporli nel sacchetto per il sottovuoto. In questo modo potrai utilizzarli comodamente non appena lo riaprirai.

L’aglio sott’olio è un’altra modalità ideale di conservazione ed è molto utilizzata. Per farlo però, come sempre vanno puliti correttamente e poi fatti bollire per cinque minuti. Una volta scolati e asciugati potrai inserirli in un barattolo di vetro sterilizzato. Aggiungi olio extravergine di oliva finché non saranno ricoperti abbondantemente. Chiudi il barattolo ermeticamente, capovolgilo e dopo qualche ora riponilo in dispensa. Quando lo aprirai, solo in questo caso potrai conservarlo nel frigorifero, ma per pochi giorni. Attenzione tutto dovrà essere ben sterilizzato, per non incorrere in botulismo e altri gravi problemi.

Impostazioni privacy