Marzo: tutte le curiosità su questo mese, alcune non le avresti mai immaginate

Marzo: tutto ciò che c’è da sapere sulle origini di questo mese e 3 rituali da non perdere

calendario marzo
calendario marzo

Attualmente marzo è il terzo mese dell’anno ma non è sempre stato così. In epoca passata era il primo mese dell’anno per gli Antichi Romani ed andava a rappresentare il cambiamento e la rinascita.

 

Le origini del mese di marzo

 

Il suo nome in latino deriva dalla divinità dalla quale prende il nome, ovvero il Dio Marte, legato inizialmente alla terra e alla sua coltivazione. Successivamente la sua figura venne associata alla guerra e fu usanza comune identificarlo come il Dio Ares. Proprio perché rappresenta il cambiamento, i nati nel mese di marzo vengono descritti come individui dalla personalità mutevole e imprevedibile come il mese stesso, difatti non a caso, viene tramandato il detto “Marzo pazzerello guarda il sole e prendi l’ombrello”.

ombrello con sole
ombrello con sole

Nel mese di marzo in antichità venivano celebrate diverse festività, come ad esempio quelle in onore di Giunone, o di Isis dea della resurrezione. Per gli Antichi Romani il 15 marzo si celebrava la dea Anna Perenna,  che simboleggiava l’infinito rinnovarsi dell’anno che, in quel periodo, era di 10 mensilità, ognuna corrispondente ad un Dio diverso. Anche l’equinozio di primavera ricade in questo mese, compreso tra il 19 ed il 21, si tratta del momento in cui i raggi solari sono perpendicolari all’asse terrestre, evento astronomico che introduce la primavera periodo di rinascita. Attualmente in diversi paesi si celebrano festività importanti, come l’Holi Festival una festa indiana che consiste nel cospargere il corpo di colori in polvere, sia il proprio che quello degli altri. Anche in Messico è tradizione raggiungere la piramide di Kukulkan per vedere nei suoi gradini l’ombra del serpente. 

 

I rituali del mese di marzo

Per abbracciare al meglio il rinnovamento che porta il mese di marzo è bene, secondo il Feng Shui, pulire casa e liberarsi di tutti gli oggetti non necessari, fare dei cambiamenti al mobilio per creare una nuova energia. Una pratica che, se vogliamo, si è tramandata fino ai giorni nostri con le pulizie di Pasqua. Consigliata è anche la semina in quanto mese adatto a questa pratica. Secondo il collettivo Moon Canyon è anche necessario ai fini ritualistici, bere nel giorno di equinozio, un cucchiaio di aceto mescolato con l’acqua per “risvegliare” il sistema digestivo e l’influenza che ha nel nostro umore.

Impostazioni privacy