Pensione con 40 anni di contributi: ecco come ottenerla in anticipo

Ecco come puoi ottenere in anticipo la pensione con 40 anni di contributi: è una soluzione che conoscono in pochi.

Pensione contributi
Pensione contributi -Palidoronews.it

Se non hai l’età giusta per la pensione ma hai già accumulato 40 anni di contributi versati, puoi andare in pensione in anticipo con questo sistema. Ecco cosa devi fare.

Pensione con 40 anni di contributi

L’età per prendere la pensione di vecchiaia è fissata a 67 anni, ma ci sono alcuni casi in cui si può scegliere di ritirarsi dal lavoro con un pò di anticipo. Quello che in pochissimi sanno però, è che questo è anche il caso di chi non ha raggiunto l’età pensionabile ma ha raggiunto invece i 40 anni di contributi. Può capitare a chi perde il lavoro a ridosso della pensione, ma c’è una soluzione: la cristallizzazione

Per usufruire della cristallizzazione si devono avere 40 anni di contributi versati e 66 anni di età, e grazie ad essa si può andare in pensione in anticipo. Questa misura sfrutta il raggiungimento dei requisiti contributivi appartenenti a una vecchia misura, anche se questa non è più attiva al momento in cui si richiede la pensione. Si tratta di un sistema che conoscono davvero in pochi, e su cui è utile fare luce per permettere a chi si trova nella situazione illustrata sopra, di riuscire ad andare in pensione immediatamente senza dover aspettare un anno senza lavorare.

La cristallizzazione

cristallizazione dei requisiti
cristallizazione dei requisiti – Palidoronews.it

La cristallizzazione, come abbiamo visto, sfrutta il raggiungimento dei requisiti pensionistici di una misura ormai inattiva, e nello specifico una misura terminata il 31 dicembre 2022, ossia la Quota 102. Si tratta di una misura introdotta con la Legge di Bilancio 2022 che è rimasta attiva per tutto il 2022 e che permetteva di andare in pensione a chiunque avesse compiuto i 64 anni di età e almeno 38 anni di contributi versati (arrivando alla quota di 102, appunto). 

Quando nel 2023 la Quota 102 è stata sostituita dalla Quota 103, che invece richiedeva 62 anni di età e 41 anni di contributi versati, le persone che hanno maturato i requisiti per andare in pensione con Quota 102 non li hanno persi del tutto, e possono sfruttarli ora nel 2024. Infatti, chi è nato nel 1958 e ha accumulato 40 anni di contributi nel 2024, vuol dire che nel 2022 ne aveva accumulati 38, rientrando di fatto nei requisiti di Quota 102 relativi alla contribuzione, ma non all’età che era di 62 anni (e ne servivano 64 per andare in pensione). Oggi queste persone possono andare in pensione in anticipo sfruttando la cristallizzazione dei requisiti di Quota 102 e per farlo gli basta presentare la domanda.

Impostazioni privacy