Salvadanaio a forma di porcellino: sai perchè ha questa forma?

Ti sei mai chiesto perchè il salvadanaio a forma di porcellino, il salvadanaio per eccellenza, ha proprio questa forma? Ecco il motivo.

Salvadanaio a forma di porcellino
Salvadanaio a forma di porcellino – Palidoronews

Quando si pronuncia la parola “salvadanaio” viene subito in mente il porcellino, ma ti sei mai chiesto perchè ai salvadanai è stata data proprio questa forma e non quella, per esempio, di un gatto? Il motivo è sensazionale, e spiega tutto: ecco perchè i salvadanai tradizionali sono a forma di porcellino.

Salvadanaio a forma di porcellino

In ogni casa c’è, o c’è stato, un salvadanaio a forma di porcellino in cui grandi e piccoli hanno accumulato monete e banconote. La forma del porcellino è quella standardizzata quando si parla di salvadanai, anche se oramai se ne trovano di tutte le forme e dimensioni, ma ti sei mai chiesto perchè sia stato scelto proprio il maiale per dare forma ad un contenitore dove mettere da parte del denaro? L’associazione tra l’animale e il concetto è fortissima, tanto che non è raro riferirsi al salvadanaio direttamente con la parola “porcellino”.

Come tutti ben sappiamo, lo scopo del salvadanaio è quello di mettere da parte dei soldi senza sforzi eccessivi, monetina per monetina. Si tratta di un metodo antichissimo, ma rimane ancora uno dei più efficaci, soprattutto per educare i bambini sulla gestione del denaro. In passato poi, va ricordato, i salvadanai erano realizzati in creta o porcellana, per cui non si potevano prelevare i soldi al loro interno senza romperli. Questo faceva sì che poi, una volta pieni, fossero una vera e propria miniera d’oro. Oggi si trovano salvadanai con l’apertura sul fondo, che seppur mantengono la forma tradizionale, sono un pò più “blandi” di quelli di un tempo. Ma tornando alla loro forma, ecco perchè in tutto il mondo si usa il porcellino per dare forma ai salvadanai.

L’origine dell’usanza

Teorie sull'origine
Teorie sull’origine – Palidoronews

L’origine di questa usanza non è univoca, ma ci sono diverse teorie convergenti. La prima si colloca in Inghilterra, dove già nel XV secolo si realizzavano i salvadanai in creta. Nello specifico, veniva usata una particolare creata chiamata “pygg”, che ricorda molto il termine “pig”, ossia “maiale”. Dall’assonanza, i vasai iniziarono a creare i salvadanai a forma di maialino, e oggi in inglese la traduzione di salvadanaio è proprio “piggy bank”, ossia “banca a maialino”.

Un’altra teoria fa riferimento all’importanza del maiale per il sostentamento delle famiglie. In passato infatti, il maiale era una fonte di vita per moltissime famiglie contadine, che con i prodotti da esso derivato riuscivano a ricavare una rendita, a sfamare i figli e a creare utensili utili per la vita quotidiana. Partendo da questo, non è difficile immaginare come mai il maiale venga associato all’idea di denaro e di prosperità. Infine, un’ultima teoria fa risalire l’origine del porcellino alla Cina della dinastia Qing

In Cina i maiali sono da sempre considerati un simbolo di ricchezza e abbondanza, tanto che anche oggi gli oggetti a forma di maiale sono considerati portafortuna. Da qui l’associazione che usare un porcellino come contenitore per i propri soldi è un simbolo di buona fortuna e di buon auspicio. E tu a quale teoria credi di più?

Impostazioni privacy