Insalata di riso. Attenzione a non sprecarla, ti svelo come conservarla per farla durare molti giorni

L’Insalata di riso sarà uno dei piatti più preparati in Italia durante l’estate. Ecco come conservarla a lungo e mantenerla fresca.

insalata di riso
insalata di riso – palidoronews.it

 

L‘insalata di riso o cereali è un classico della cucina italiana estiva. Oggi ho letto un post che diceva “Potete dire quello che volete sull’insalata di riso, ma è comoda. Cucini una volta e mangi per 3-4 mesi”. Oltre ad avermi fatto ridere parecchio mi ha fatto riflettere su quanto siano vere queste parole. Infatti prepararla è estremamente semplice, ma soprattutto comodo. Questo perché ti permette di avere dei pranzi e delle cene già pronti per l’ufficio o per quando hai poco tempo di cucinare. L’insalata di riso, infatti, dura più giorni, se conservata correttamente. Il problema è evitare lo spreco di farla andare a male. Ecco dunque la ricetta e il modo corretto per riporla in frigorifero così da farla rimanere fresca per diversi giorni.

Insalata di riso, il metodo migliore per prepararla

Per far sì che sia davvero green e quindi che possa essere anche conservata per alcuni giorni, l’insalata di riso deve rispettare due regole.

  • essere vegetariana. Ci piaccia o no la carne e derivati inquinino il pianeta e
  • prevedere l’utilizzo di uno o più alimenti avanzati, in modo da approfittarne per evitare sprechi inutili.

Dopo aver cotto, scolato e raffreddato il riso (consiglio di usare quello integrale), quindi, unisci del mais e dei piselli cotti al vapore, ma anche della frittata avanzata, dei cubetti di formaggio che sta scadendo, le uova sode del giorno prima e ciò che trovi nel frigorifero, condendo poi solo con olio e limone. La migliore insalata di riso, si sa, è quella fatta con gli avanzi (salva spreco)

Ecco il metodo per conservarla correttamente

chiusura ermetica per il riso
chiusura ermetica per il riso – palidoronews.it

 

L’insalata di riso di conserva semplicemente in contenitori ermetici oppure in bacinelle coperte da pellicola trasparente ben tesa. Questo perché  l’aria non deve entrare a contatto con i cibi o meno possibile. Così da evitare l’ossidazione e la proliferazione di germi e batteri. Tieni poi il contenitore o la bacinella in frigorifero, e ogni volta che la mangi, mescola bene l’insalata di riso in modo che il condimento si distribuisca nuovamente al meglio. Questo ti permette di tenerla in frigorifero fino a quattro o cinque giorni. Essendo cotta, infatti, non dura solo un giorno.

In ogni caso, prima di mangiarla, controlla prima. Se il colore, l’odore o il gusto ti sembrano alterati, anche se non sono passati quattro giorni gettala via, ma questo avviene molto di rado e se, appunto, è entrata troppa aria.

Impostazioni privacy