Le invenzioni delle donne: 9 cose che non sapevi avesse inventato una donna

Invenzioni delle donne: 9 cose che non sapevi avesse inventato una donna, l’ultima è davvero sorprendente, non lo diresti mai.

Invenzioni delle donne
Invenzioni delle donne – Palidoronews

Nell’era della lotta alla disparità di genere è bene ricordare che non tutte le invenzioni tecnologiche sono frutto della mente maschile, al contrario. Infatti molti oggetti di uso quotidiano (e oggi indispensabili) li hanno inventati delle donne: l’ultima è sorprendente!

Le invenzioni delle donne

Solamente da poche decine di anni le donne hanno ottenuto il riconoscimento di molti diritti, ma in passato per il gentil sesso era vietata qualsivoglia attività che esulasse dalla gestione della casa e della famiglia. Nonostante i divieti e le imposizioni sociali però, alcune donne hanno avuto il coraggio di sfidare il loro tempo e imporsi come pioniere e menti brillanti, al pari o in maniera superiore agli uomini loro contemporanei. Ed è proprio grazie a queste donne appassionate e insaziabili di sapere, di scoprire, di imparare, che oggi possiamo beneficiare di tantissimi oggetti di uso comune.

Come spesso accade però, la storia tende ad annebbiare la memoria, quando qualcosa non è stato inventato da un uomo, o quando si deve riconoscere ad una donna un merito superiore a quello del marito. Per questo oggi voglio parlare di 9 cose che hanno inventato le donne nel corso della storia, di cui probabilmente non conosci la mente ideatrice. Se alcune sono “scontate”, altre sembrano proprio “invenzioni da uomo”, a riprova del fatto che la differenza di genere è un fatto prettamente sociale, e che tra donna e uomo non c’è proprio nulla di diverso, tanto che una donna può inventare una sega!

9 oggetti indispensabili

Hedy Lamarr e il wifi
Hedy Lamarr e il wifi – Palidoronews

Al giorno d’oggi la vita quotidiana è decisamente più facile rispetto al passato, sia a livello domestico che lavorativo, e questo è possibile grazie ad alcune invenzioni in particolare, che ci facilitano non poco l’esistenza. Il reggiseno per esempio, non è certo nato dalla mente maschile: a inventarlo è stata Caresse Crosby, editrice americana che nel 1914, per nascondere il corsetto sotto l’abito, inventò l’indumento intimo più usato dalle donne di tutto il mondo. Poi c’è Margaret Sanger, attivista, infermiera ed educatrice sessuale, che ha dato il via agli studi sulla pillola anticoncezionale e all’apertura dei consultori. Da ricordare anche Josephine Cochrane, grazie alla quale tutti possiamo far lavare i piatti alla lavastoviglie.

Passando all’ambito informatico, sono molte le donne che hanno dato il loro contributo: grazie agli appunti di Ada Lovelace si deve la creazione del primo algoritmo di creazione dati, da cui nascerà poi il computer; Hedy Lamarr partecipò allo sviluppo delle basi del sistema wireless; Karen Sparck Jones ha inventato negli anni ‘70 una funzione alla base dei più moderni motori di ricerca. Per finire, voglio menzionare 3 donne che hanno inventato 3 oggetti che, nell’immaginario collettivo, appartengono al mondo maschile: Gladys West, calcolando il modello matematico della Terra, ha gettato le basi per lo sviluppo del GPS; Mary Anderson ha inventato i tergicristalli e Tabitha Babbitt ha inventato la sega circolare!

Impostazioni privacy