Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
Sordità improvvisa: diverse le possibili cause
Condividi Condividi
nella foto: Sordità improvvisa: diverse le possibili cause
Assistenza e Cura

Sordità improvvisa: le possibili cause

26 MAR 2014 - Cos'è – tecnicamente – la sordità improvvisa e quali sono le cause più frequenti? Ci risponde il dott. Berardo Montemurri

Abbiamo visto quanto sia importante , in caso di sordità improvvisa del bambino, intervenire repentinamente e quanto lo screening audiologico sia utile a prevenire l’irreparabile. Insieme al dott. Berardo Montemurri, cerchiamo ora di approfondire alcuni aspetti della patologia.

Quando si parla di “sordità improvvisa” intendiamo una perdita totale dell’udito o solo parziale?

«Si definisce “sordità improvvisa” – ci risponde Montemurri  - una perdita di udito che interessa 3 frequenze contigue della soglia uditiva per un’intensità superiore a 30 decibel  e per un tempo superiore ai tre giorni. Considerando che questa patologia colpisce molto più frequentemente un solo orecchio (è bilaterale solo nel 10% dei casi), si tratta quasi sempre di un abbassamento dell’udito (che può essere anche drastico) e non di una sordità totale».

 I sintomi espressi dal bambino rischiano perciò a volte di essere non immediatamente riconoscibili

«È anche per questo che la sordità improvvisa è considerata una patologia di emergenza dell’Otorinolaringoiatria Pediatrica. Come già detto precedentemente, la tempestività della diagnosi, e quindi della terapia, è fondamentale per un recupero della soglia uditiva, che non è sempre possibile ma è più facile nel caso in cui si tratti di una patologia “idropica” dell’orecchio (dovuta quindi ad un aumento di pressione del liquido interno) la cui origine è in genere infiammatoria».

Quanto può recuperare il bambino della soglia uditiva persa?

«Se interveniamo repentinamente, ripeto, è possibile anche un ripristino totale. Tra le sordità che possiamo recuperare ci sono quelle definite “fluttuanti”, soggette cioè ad un’alternanza di miglioramenti e peggioramenti. La causa è spesso una febbre (che, come sappiamo, può avere le più diverse origini) dalle cui fluttuazioni dipendono gli abbassamenti temporanei e i recuperi dell’udito. Questa condizione è legata in genere alla sensibilizzazione dell’epitelio uditivo alle condizioni infiammatorie generali del bimbo: all’abbassarsi della febbre, quindi, avremo un recupero dell’udito».

Altre possibili cause?

«La sordità improvvisa può essere dovuta anche a problemi vascolari, il che tuttavia è molto raro in età pediatrica, mentre riguarda molto di più l’adulto (e in particolare l’anziano). Più frequentemente capita che la sordità improvvisa nel bambino sia la spia di una condizione congenita malformativa dell’orecchio interno. Non raramente capita infatti che, eseguendo le principali indagini diagnostiche previste nel trattamento della sordità improvvisa – Tac dell’orecchio medio e interno + Risonanza – ci si imbatta in malformazioni congenite poco conosciute e, purtroppo, dall’esito incerto».

 

Parole chiave: Berardo Montemurri, Febbre, malformazioni vascolari, Otorinolaringoiatria, Risonanza magnetica, sordità bilaterale, Sordità improvvisa, sordità neurosensoriale profonda bilaterale, TAC