Digiuno intermittente, informati bene prima di iniziarlo: c’è un ‘dettaglio’ che devi conoscere

Da un po’ di tempo si parla molto di “digiuno intermittente”, una strategia alimentare che divide fortemente anche gli esperti in materia di nutrizione. Ecco quello che nessuno vi ha mai detto. 

Dopo i peccati di gola commessi durante le festività natalizie, è molto probabile che la nostra bilancia segni qualche chilo in più. Cioccolata, panettone e abbuffate varie sotto l’albero ora presentano naturalmente il conto. È così che la parola “dieta” è entrata in cima alla sua lista dei buoni propositi degli italiani per il 2024. Ma c’è dieta e dieta: pensare che non mangiare e basta sia una strategia utile per raggiungere l’obiettivo è un grave errore.

digiuno intermittente dettaglio da conoscere
Il digiuno intermittente è una “strategia nutrizionale” che “implica una restrizione alimentare periodica. (Palidoronews.it)

In questo periodo una delle “diete” che vanno più di moda è il cosiddetto digiuno intermittente. C’è chi ne decanta le virtù, assicurando (e mostrando) di aver ottenuto risultati stupefacenti in relativamente poco tempo, e chi mette in guardia dai rischi insiti in una scelta del genere, ritenuta pericolosa e controproducente. Il dibattito vede contrapposti anche autorevoli esperti, al che la domanda sorge spontanea: a chi dare ragione? Ecco una possibile risposta.

Tutto quello che non sappiamo sul digiuno intermittente

Il digiuno intermittente “non è affatto la soluzione perfetta per tutti”, afferma la nutrizionista Liliana Natário, interpellata da Noticiasaominuto.com, sottolineando che “è essenziale che sia adattato alle particolarità e alle caratteristiche di ogni individuo e associato a una serie di altri fattori che favoriscono un’efficace perdita di peso“. Questo, sottolinea l’esperta, è l’unico modo in cui può funzionare con successo.

digiuno intermittente dettaglio da conoscere
Il digiuno intermittente può essere una valida strategia per ridurre il peso corporeo, ma non è una ricetta valida a priori per tutti. (Palidoronews.it)

Il digiuno intermittente è una “strategia nutrizionale” che “implica una restrizione alimentare periodica, in cui periodi di digiuno e alimentazione si alternano in finestre di astinenza o assunzione di cibo di maggiore o minore durata”, spiega ancora la specialista. Il che può comportare un determinato periodo di tempo senza assunzione di cibo o con una restrizione dietetica più severa.

Vero è che studi recenti sostengono che il digiuno intermittente offra diversi importanti benefici per la salute, dai cambiamenti nella composizione corporea (perdita di peso e riduzione del grasso) all’aumento della sensibilità all’insulina e conseguente miglioramento del controllo della glicemia, al miglioramento del profilo lipidico, ovvero riduzione del colesterolo e dei trigliceridi. E ancora: riduzione dello stress ossidativo e riduzione del profilo infiammatorio, impatto positivo sull’invecchiamento.

Morale: il digiuno intermittente può essere una valida strategia per ridurre il peso corporeo. Ma non è una ricetta valida a priori per tutti. In particolare è controindicato per i bambini e gli adolescenti, gli anziani, gli atleti ad alte prestazioni, i diabetici, le donne in gravidanza, le persone con disturbi alimentari. In questo come in altri casi, l’improvvisazione e il fai-da-te possono costare caro.

Impostazioni privacy