Menu
Il Web Magazine dell'Ospedale Pediatrico
Bambino Gesù di Palidoro e S. Marinella
Primo Maggio al Bambino Gesù
Condividi Condividi
nella foto: Primo Maggio al Bambino Gesù
Succede qui

Festa dei lavoratori: il personale del Bambino Gesù resta accanto ai bimbi

1 MAG 2015 - Mentre si organizzano gite fuori porta, medici, infermieri e volontari non lasciano soli i piccoli pazienti e le loro famiglie

È un giorno come un altro, al Bambino Gesù.

Un'infermiera entra nelle stanze. Controlla che in ogni letto del suo reparto sia tutto a posto. Chiede alle mamme o ai papà che hanno trascorso la notte con i loro figli se hanno dormito, se stanno bene. Monitora alcuni parametri, accarezza i bambini che ancora dormono. Apre le finestre, per far entrare un po ' di luce. Scambia qualche parola con i piccoli che si sono svegliati.

L'ausiliaria sistema i comodini. Pulisce i bagni, lava per terra. A qualcuno sistema i letti, cambia le lenzuola.

Alcuni di loro possono mangiare. Un carrello, in corridoio, con i vassoi della colazione. La caposala li distribuisce. Li sistema con pazienza sopra ogni tavolino, accanto ai letti.

Poco dopo arrivano i medici, con gli assistenti, per la visita. Rassicurano i piccoli pazienti sulla data di uscita, sul miglioramento delle loro condizioni. Qualcuno dovrà restare ancora, ma non per molto.

Prima di pranzo passano i volontari. Non riposano, oggi, i volontari. Per loro è importante far visita a questi bambini, alle loro famiglie. Regalare loro un sorriso. Distrarli. Anche oggi. Soprattutto oggi, che potrebbero sentirsi soli. Che avrebbero voglia di uscire e fare festa.

È un giorno come un altro, al Bambino Gesù. Molti bimbi malati sono in ospedale. Non possono andare a sentire la musica in piazza, né organizzare una gita fuori porta, questi bambini, con le loro famiglie. Ma non sono soli.

Al Bambino Gesù, è un giorno di lavoro come un altro.

Grazie a tutti i lavoratori che festeggiano il Primo Maggio al Bambino Gesù

Parole chiave: Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, ospedale senza dolore, Primo Maggio